Riabilitazione uro-ginecologica

Che cos’è la riabilitazione uro-ginecologica

La Riabilitazione del pavimento pelvico, o riabilitazione uro-ginecologica, è un’attività finalizzata al ripristino ed al miglioramento delle funzionalità dell’area pelvi-perineale.

La pelvi (o bacino) è la struttura osteo-articolare situata all’estremità inferiore (caudale) del tronco. Il perineo è la regione anatomica costituita da tessuti molli che chiudono la parte inferiore del bacino.

Il ruolo della fisioterapia

L’intervento fisioterapico in ambito uro-ginecologico ha per oggetto il recupero neuro-muscolare, la tensegrità delle componenti fasciali e la mobilità osteo-articolare delle strutture coinvolte.

Gli strumenti e le tecniche impiegate comprendono: terapia manuale, esercizio terapeutico, elettrostimolazione, biofeedback pressorio ed elettromiografico.

Il Fisioterapista si avvale delle diagnosi mediche e della consulenza di altre figure professionali (Medico Specialista in Ginecologia , Proctologia, Urologia, Ostetrica/o, Sessuologa/o … ) attinenti alla problematica del/la paziente (1).

Possibilità riabilitative

Attraverso la Riabilitazione uro-ginecologica è possibile intervenire sulle seguenti disfunzioni:

— Incontinenza urinaria

— Disturbi ano-rettali

— Dolore pelvico cronico

— Prolasso

— Cistiti ricorrenti

— Disfunzioni sessuali femminili

A seconda della tipologia di disfunzione, reversibilità del danno biologico, tipo di evento o patologia scatenante, i percorsi riabilitativi possono avvenire in sinergia con l’intervento farmacologico e/o chirurgico.

Per maggiori informazioni vai alla pagina del progetto http://www.pelvieperineo.it